Calendario Gite 2020

I programmi delle gite sono esposti nella bacheca della sezione, sulla nostra pagine Facebook e qui sotto almeno la settimana prima dello svolgimento.

In sede inoltre è possibile trovare il materiale tecnico e alpinistico a disposizione dei soci e le informazioni necessarie

Le iscrizioni si ricevono in sede o via telefono tramite i membri del direttivo.

Per le escursioni si prevede normalmente l'utilizzo di mezzi propri. Per gli spostamenti in autobus è necessario confermare la presenza versando una caparra stabilita di volta in volta.

In considerazione dei rischi connessi allo svolgimento delle attività in montagna, i partecipanti alle gite sociali liberano la sezione del CAI e i referenti di ogni forma di responsabilità per qualsiasi genere d'incidente che possa verificarsi nel corso della gita.

Scarica il calendario in PDF

8 gennaio – [Didattica] Lezione teorica in sede sulla sicurezza in montagna d’inverno

Inverno, neve e montagna: un connubio perfetto per godersi appieno la magia dei boschi e delle valli innevate. Sia che siate scialpinisti o ciaspolatori, come fare per affrontare in sicurezza le vostre uscite? Scopriremo durante la serata come affrontare al meglio la montagna nella veste invernale. La serata si terrà presso la sede del CAI Pinasca (ore 21:00) e quello che impareremo potremmo metterlo in pratica la domenica successiva con un’uscita pratica sul campo.

Referente: Direttivo

12 gennaio – [Ciaspole/Sci Alpinismo] Giornata pratica di utilizzo dell’ARTVA

Dopo la lezione teorica in sede sull’ARTVA e su come effettuare i primi soccorsi, niente di meglio di una uscita per ‘giocare’ con gli strumenti visti in teoria. Nella giornata si potranno mettere in pratica le tecniche viste a tavolino provando e riprovando più volte a cercare travolti da una ipotetica slavina. La località sarà scelta in base alle condizioni della neve.

Materiale: sci/ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: E

Referenti: Michele Ferrero, Davide Reinaud

18 gennaio – [Audiovisivi] Viaggio alla scoperta del Nepal

I nostri amici Daniele e Mario ci porteranno alla scoperta di una valle del Nepal sconosciuta al turismo di massa. Con racconti suggestivi e foto stupende ci racconteranno la loro ultima avventura in giro per il mondo. La serata di audiovisivi sarà presso il salone polivalente di Pinasca.

Referente: Direttivo

26 gennaio – [Sci Alpinismo] Sci Alpinistica in località da definire

Una gita per gli amanti dello sci oltre i confini delle piste battute. La meta verrà decisa la settimana prima in base alle condizioni ed alla quantità di neve presente. Il dislivello sarà all’incirca sui 1.000 m ed è richiesto una buona tecnica di salita e di discesa con gli sci/snowboard.

Materiale: sci, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: BS

Referenti: Giorgio Pezzetti, Michele Ferrero

8 febbraio – [Ciaspole/Sci] Ciaspolata/Scialpinismo notturna alla Capanna Mautino 2.105 m (Alta Val Susa)

Uscita serale con le ciaspole e sci per gustare una cena in compagnia al rifugio Capanna Mautino tutti insieme e godere appieno della luna piena e degli splendidi boschi di Bousson.

Materiale: sci/ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: MR (ciaspole), MS (scialpinismo)
Dislivello : 600 m
Tempo di salita: 2.30 h

Referenti: Giorgio Pezzetti, Davide Reinaud

1 marzo – [Ciaspole] Rifugio SAP 1.400 m (Val Pellice)

Gita tranquilla con pranzo al rifugio SAP. Partiremo da Prà del Torno e seguendo la strada sterrata giungeremo alla borgata Ceresarea, da qui inizieremo la salita al rifugio. Il ritorno avverrà lungo un sentiero che ci riporterà a Pra del Torno. La salita potrebbe essere effettuata più a valle, allungando un po’ il giro, ma dipenderà dalle condizioni di innevamento dei pendii che dovremmo attraversare.

Materiale: ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: E
Dislivello:  circa 500 m

Referenti: Silvano Damiano, Ferruccio Clot

15 marzo – [Sci Alpinismo] Français Pelouxe 2.736 m (Val Chisone)

Icona tra gli scialpinisti, il Français Pelouxe si erge maestoso sopra il pian dell’Alpe in Val Chisone. Il pendio che conduce alla punta è simile ad un triangolo e, con i suoi 35 gradi di pendenza, offre una delle più belle discese della Val Chisone. Il dislivello in salita si aggira sui 1.200 metri (partenza da Balboutet) e vista l’elevata pendenza è richiesta una buona tecnica di discesa in fuoripista.

Materiale: sci, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: BSA
Dislivello:  1.200 m

Referenti: Michele Ferrero, Silvia Reynaud

21 marzo – [Audiovisivi] Corsa in montagna, ultratrail e simpatia…questo è Omar Riccardi

Racconti (anche divertenti) ed aneddoti di una persona che della corsa ne ha fatto quasi uno stile di vita. Immagini, video ed emozioni direttamente dalle gare di corsa in montagna, sky-race e ultratrail presentate da chi le ha vissute in prima persona.

Referente: Direttivo

28, 29 marzo – [Sci Alpinismo] Due giorni in Valle d’Aosta. Testa del Rutor 3.845 m (Valgrisenche)

Magnifica punta rocciosa che sbuca dal ghiacciaio, questo è la Testa del Rutor. Partendo da Bonne saliremo fino al Rifugio degli Angeli dove pernotteremo. Il giorno successivo, saliremo sulla vetta passando direttamente dal ripido pendio o in alternativa passando dal Colle del Rutor e percorrendo la cresta, in base alle condizioni della neve. Da qui la discesa fino a Planaval per circa di 2.000 metri.

Materiale: sci, ARTVA, pala, sonda, piccozza, ramponi, abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.

Il primo giorno 1.050 m
Il secondo giorno 600 m
Difficoltà: BSA

Referenti: Davide Reinaud, Michele Ferrero

19 aprile – [Escursionismo] Vecchi e nuovi sentieri (Garnier)

Anche quest’anno proponiamo un giro alla scoperta delle nostre valli, alla ricerca di vecchi sentieri dimenticati o nuovi da conoscere. Quest’anno siamo in Val Chisone, nella zona di Garnier. Partiremo da Castel del Bosco e cominceremo a salire attraversando le prime borgate, tra cui Albarea, la Poa e altre. Saliremo fino a Rocca Mourel a 1.450 m da cui si gode di un bellissimo panorama sulla vallata. Rientreremo facendo un anello che ci porterà a visitare altre bellissime borgate abbandonate.

Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: E
Dislivello:  850 m

Referenti: Silvano Damiano, Roberta Pons

3 maggio – [Escursionismo] Andar per sentieri in Liguria, Promontorio di Portofino (con il CAI Varazze)

Quest’anno andremo alla scoperta degli angoli nascosti della Liguria nell’entroterra di Portofino in compagnia degli amici del CAI di Varazze. Partiremo da San Rocco (221 m) per salire al monte di Portofino (600 m), quindi scenderemo vero il porto sottostante ed andremo a fare il bagno nella baia di Paraggi. L’escursione si concluderà a Santa Margherita dove il pullman ci aspetterà. Sarà un’escursione adatta a tutti con poco dislivello in salita (circa 400 m) e con uno sviluppo di circa 10 km. Il tempo totale per percorrere l’itinerario si aggira attorno alle 4 ore.

Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota (non dimenticate il costume da bagno).
Difficoltà: E
Dislivello: 400 m
Tempo di percorrenza:  4 h circa

Referenti: Michele Ferrero, Marco Brocca

17 maggio – [MTB] Giro in MTB sul Sangone e ai laghi di Avigliana

Gita fuori porta sulle sponde del Sangone con partenza e arrivo ad Orbassano. Percorsi pianeggianti su piste ciclabili che ci porteranno fino ai laghi di Avigliana passando per il Parco del Sangone, Sangano, Trana e poi Giaveno. Da qui faremo un “otto” che permette di ammirare i due laghi da diversi punti di vista passando per Avigliana, infine ritorneremo da Trana fino alle macchine passando di nuovo nelle piste ciclabili percorse all’andata.

Percorrenza: circa 50 km

Referenti: Mirko Polliotto, Fabrizio Sanmartino

24 maggio – [Lavorativa] Giornata lavori ai Fornetti

La Casa Alpina Fornetti per essere mantenuta nello stato attuale ha bisogno di un po’ di manutenzione. Eccoci dunque alla giornata annuale dedicata alla nostra bella baita in cui, tutti insieme, con un po’ di allegria, svolgeremo i lavori di ordinaria manutenzione.

Materiale: pala, zappa, decespugliatore, motosega e… voglia di lavorare.

Referente: Direttivo

7 giugno – [Festa] Pranzo di apertura ai Fornetti

Annuale festa presso la Casa Alpina Fornetti situata al di sotto del Colle del Besso nello splendido vallone di Grandubbione. Grigliata di carne, buon vino, bella compagnia e tanta allegria sono gli ingredienti essenziali per una fantastica giornata insieme.

Materiale: per quest’occasione è assolutamente necessario avere un buon appetito per godere appieno di tutti i manicaretti che i nostri cuochi ci prepareranno.

Referente: Direttivo

14 giugno – [Escursionismo] Monte Zerbion 2.717 m (Val d’Ayas)

Lo Zerbion è una grande piramide verde scuro che chiude la Val d’Ayas a sud, una gita non proprio “fuori porta”, ma che ci ricompenserà con spettacolari panorami sul gruppo del Rosa, del Cervino e del Bianco. Partiremo da Barmasc (1.851 m), dopo una partenza moderata attraverseremo un bellissimo bosco di pini e abeti, il Bois d’Arpellaz. Giungeremo quindi al col Portola (2.405 m) da qui seguiremo la cresta spartiacque tra la Val d’Ayas e la Valtournenche e raggiungeremo la cima ove è posizionata una grande statua della Madonna. Per chi volesse c’è la possibilità di organizzare un pernottamento la sera precedente.

Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: E
Dislivello:  900 m

Referenti: Silvano Damiano, Roberta Pons

27, 28 giugno – [Alpinismo] Dome de Neige 4.015 m (Massiccio degli Ecrins, Francia)

Gita nel massiccio degli Ecrins, alla scoperta dei suoi “4.000”. Partendo da Prè de Madame Carle, si raggiunge il Refuge des Ecrins, posizionato su uno sperone roccioso, balcone perfetto per ammirare la meta del giorno successivo. Dal Rifugio, si percorre in piano tutto il Glacier Blanc, al cui termine si inizia a salire il ghiacciaio con pendenze sostenute che non mollano quasi fino alla cima. Attenzione ai grossi e pericolosi seracchi all'inizio della salita. Si sale seguendo la traccia che varia di anno in anno in base alle condizioni delle seraccate, fino alla crepaccia terminale sotto la cima della Barre des Ecrins, si prosegue quasi in piano e si raggiunge la cima.

Materiale: imbrago, corda, scarponi, ramponi, piccozza ed abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: F+
Dislivello complessivo:  2.140 m

Referenti: Davide Reinaud, Donatello Ghigo, Michele Ferrero

5 luglio – [Escursionismo] Laghi della Fioniere 2.700 m (Val Argentera)

Si percorre tutta la splendida Val Argentera fino al parcheggio Montenero 1.925 m, dove lasciamo le auto. Si prosegue su comoda carrareccia fino al piano delle milizie 2.111 m, di qui su di un comodo sentiero si raggiungono i resti di una caserma militare, proseguiamo a destra su strada militare fino ai laghi.

Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: E
Dislivello:  775 m

Referenti: Ferruccio Clot, Ezio Ferrero

11, 12 luglio – [Alpinismo] Dent d'Hérens 4.171 m (Valle d’Aosta)

Una salita con sapore d’altri tempi su una montagna splendida e severa che nulla regala. Il percorso di salita (cresta Est) è molto lungo con passaggi in cresta parecchio esposti. Il primo giorno raggiungeremo il rifugio Aosta partendo dalla diga di Place-Moulin, invece il secondo giorno raggiungeremo la cima percorrendo l’aerea cresta Est. Il percorso di discesa avverrà per lo stesso itinerario di salita. Essendo una salita in quota occorre avere una buona esperienza alpinistica e di progressione in cordata su ghiacciaio/cresta rocciosa.

Materiale: imbrago, corda, scarponi, ramponi, piccozza ed abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: AD
Dislivelli: primo giorno 810 m con sviluppo di 12 km; secondo giorno 1.383 m.
Dislivello complessivo:  2.193 m

Referenti: Davide Reinaud, Michele Ferrero

26 luglio – [Escursionismo/Alpinismo] Rocca la Meja 2.831 m (Val Maira)

Rocca la Meja è una splendida montagna situata nell'altipiano della Gardetta; la conformazione delle sue rocce la fa assomigliare ad una montagna delle Dolomiti. Il percorso inizia nei pressi del colle del Preit, prima su sentiero in leggera pendenza tra pascoli, poi arrivati alla base della rocca, si segue un ripido sentiero con passaggi su roccia e canalini (attrezzati con catene), ma la fatica viene ripagata da uno spettacolare panorama.

 

Materiale: scarponcini, casco, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: EE
Dislivello:  1000 m

Referenti: Donatello Ghigo, Marino Reynaud

1, 2 agosto – [Alpinismo] Aiguille Soreiller 3.338 m (Francia)

Vetta straordinaria nel massiccio dell'Oisans-Ecrins, con arrampicata molto divertente sempre su roccia molto buona. Il primo giorno raggiungeremo il “Refuge du Soreiller” partendo dal paesino di Les Etages; il secondo giorno raggiungeremo la cima prima per ghiaioni poi su cresta rocciosa.

Materiale: 2 corde da 50 m, casco, qualche nut, friend, fettucce, rinvii, moschettoni ed imbrago e, solo se vi è neve residua, piccozza e ramponi.
Difficoltà: PD
Dislivello complessivo: 1.132 m il primo giorno, 619 m il secondo giorno

Referenti: William Pons, Donatello Ghigo, Michele Ferrero

28, 29, 30 agosto – [Trekking] Tre giorni nelle gole del Verdon (Francia)

Quest’anno vi proponiamo un viaggio (diverso dal solito trekking) che ci porterà ad esplorare le splendide gole del Verdon nel sud della Francia. Andremo a percorrere i due itinerari più famosi della zona: il sentiero Martel ed il sentiero dell'Imbut. Entrambi gli itinerari si snodano a mezza costa o sul fondo della gola tra boschi di querce e lecci. I pochi tratti esposti non presentano particolari difficoltà tecniche, mentre per percorrere le numerose gallerie occorre avere con sé una frontale.

Il programma di viaggio sarà all’incirca il seguente:
• Primo giorno: viaggio di andata e sistemazione in ostello nei pressi di Castellane.
• Secondo giorno: escursione nel canyon del Verdon.
• Terzo giorno: mattinata di relax sulla spiaggia del lago di Sainte Croix ed al pomeriggio viaggio di ritorno verso casa.

Materiale: scarponcini, zaino, costume, ricambi, abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.

Referenti: Michele Ferrero, Silvia Reynaud

13 settembre – [Ferrata] Ferrata du Diable (Aussois, Francia)

È attualmente la ferrata più lunga della Francia, l’itinerario si compone di 7 tratte ben distinte differenti una dall’altra, al termine di ognuna è possibile interrompere il giro tramite comode vie di fuga. L’ultimo tratto è composto da un breve ma aereo traverso, intramezzato da 3 passerelle sospese nel vuoto che portano i nomi dei Re Magi.

Materiale: imbrago, guanti, kit da ferrata omologato, casco, scarponcini e abbigliamento adatto alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: da PD a D+

Referenti: Giorgio Pezzetti, Marino Reynaud

20 settembre – [MTB] Gran Tour dell’Assietta da Cima Ciantiplagna 2.849 m

Partendo dal parcheggio di Claviere si scende lungo la vecchia statale per Cesana fino ad imboccare la prima galleria. La partenza della ferrata si trova all'uscita di essa. L'itinerario, nella prima parte, conduce, con una sequenza di tratti di via ferrata e sentiero militare, alle casermette della Batteria Bassa a 1.880 m. Da qua, si prosegue per un sentiero che porta alla base di una bella placca appoggiata, per poi proseguire in traversata verso uno sperone roccioso che si segue fedelmente. L'itinerario termina alle fortificazioni di Batteria Alta posta all'inizio del Petit Vallon a quota 2.208 m. Da qua si può godere di uno stupendo panorama sulle montagne circostanti.

Materiale: imbrago, guanti, kit da ferrata omologato, casco, scarponcini e abbigliamento adatto alla quota ed alla stagione.
Difficoltà: PD+
Sviluppo ferrata: 550 m

Referente: Giorgio Pezzetti, Marino Reynaud

4 ottobre – [Escursionismo] Lago dei 7 colori da Punta Rascia 2.344 m (Monti della Luna)

Splendida escursione ad anello. Partiremo da Claviere, procederemo su strada sterrata fino a La Coche, da qui su strada militare fino a Punta Rascia. Proseguiremo su un panoramicissimo sentiero in cresta fino al Colle Bercia, da qui scenderemo al lago dei 7 colori (2.339 m), luogo stupendo e molto conosciuto, ove pranzeremo e i più audaci potranno entrare a farsi un bagno. Al ritorno, dopo una breve salita, raggiungeremo il Col Saurel (2.430 m), da qui inizia la discesa lungo i sentieri sulle piste da sci e passando dalla capanna Gimont torneremo a Claviere.

Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: E
Dislivello: 580 m
Tempo di percorrenza:  6 h

Referenti: Marino Reynaud, Giorgio Pezzetti

18 ottobre – [Escursionismo] Giro nelle colline del Monferrato

Quest’anno, il nostro consueto giro escursionistico autunnale ci porterà alla scoperta delle bellezze del Monferrato. L’itinerario scelto si snoda su stradine sterrate fra vigne e boschi con visita al Sacro Monte di Crea da dove si può godere di un bellissimo panorama verso le montagne e sulle colline monferrine. Al termine del giro, ci aspetterà un ottimo pranzo in un agriturismo della zona.

Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: E

Referenti: Laura Risso, Michele Ferrero

25 ottobre – [Lavorativa] Giornata di pulizia sentieri e ripristino segnaletica

Quando andiamo a camminare su qualche sentiero è bello trovarlo pulito, ben segnato ed in ordine, vero? Proprio per questo motivo, il CAI di Pinasca propone annualmente una giornata dedicata alla manutenzione dei sentieri. Vi aspettiamo per questa giornata armati di piccone, zappa e voglia di dare un piccolo contributo al mantenimento dei sentieri della nostra zona.

Materiale: pala, zappa, decespugliatore, motosega e voglia di lavorare.

Referente: Direttivo

21 novembre – [Festa] Cena di chiusura

Eccoci giunti alla fine delle attività del 2020. Niente di meglio che trovarci tutti insieme davanti ad una tavola imbandita per ripercorrere i bei momenti trascorsi durante le gite di quest’anno. Durante la cena si terrà l’annuale assemblea dei soci.

Referente: Direttivo

Calendari anni precedenti